Siamo la patria dello sport

Il nostro territorio da anni è in prima fila nelle discipline sportive

Unimore sinonimo di sport. La nostra amata terra, oltre ad essere un’èlite per quanto riguarda gli ambiti culturali è anche eccellenza italiana nella disciplina sportiva. Grandi società e atleti hanno reso onore nel tempo alla nostra regione, anche grazie alla interdisciplinarità proposta: dal Modena Volley alla Grissin Bon Reggio Emilia, passando per un grande nome dello sport internazionale come Gregorio Paltrinieri, il nostro territorio è ovunque ben rappresentato.

A proposito di Modena e Reggio Emilia sicuramente è impossibile non partire da un elemento comune: nell’ultimo anno le due province hanno visto svanire e rinascere due grandi simboli come il Modena F.C. e la Reggiana (ora Reggio Audace F.C.). Dopo i fasti raggiunti nei passati vent’anni, le ultime stagioni delle due compagini hanno rappresentato un lento declino che ha portato al fallimento di entrambe le squadre. Per fortuna la sofferenza che ha accomunato le due città non ha avuto durata prolungata, con le due società inserite in serie D e pronte a dare spettacolo il prossimo 2 dicembre nello scontro del Braglia, per una giornata all’insegna della passione e del tifo.

Anche l’estate pallavolistica è stata molto movimentata: l’arrivo del giocatore italiano più rappresentativo, Ivan Zaytsev, ha reso l’Azimut la squadra da battere della Superlega di Serie A. Nei pochi mesi da canarino per lo “Zar” è già arrivata la conquista della supercoppa italiana, mentre in classifica il Modena Volley è al momento al terzo posto, legittimando comunque il ruolo di protagonista assoluta del campionato.

Spostandoci invece nel mondo della pallacanestro purtroppo non sta vivendo un grandissimo momento la più grande rappresentante del territorio, la Grissin Bon Reggio Emilia: dopo le due finali di campionato negli ultimi quattro anni, e la partenza estiva dell’uomo simbolo Amedeo Della Valle in direzione Olimpia Milano, la classifica non sorride agli uomini di Cagnardi. Dopo 7 giornate la classifica mostra una squadra in difficoltà e relegata al quattordicesimo posto, ma il tempo per migliorare non manca.

Se negli sport di squadra il nostro territorio è in prima fila, forse attualmente qualcosa manca negli sport individuali: Gregorio Paltrinieri è al momento l’unico leader. Il detentore del titolo olimpico e mondiale nei 1500 stile libero è ad oggi impegnato in una nuova sfida: tentare di diventare il migliore anche in acque libere, con l’obiettivo della 10 chilometri non impossibile da raggiungere.

In generale possiamo certificare lo stato di benessere di cui gode lo sport emiliano, in particolare il territorio Unimore. Allo stesso tempo però adagiarsi sugli allori è un esercizio non considerato dalle nostre parti e crescere in tutti i settori rimane l’obiettivo.

Carmine Di Maiolo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: