E’ nato Ash! L’Australia rinasce dalle ceneri

Vi siete mai soffermati ad assaporare le emozioni che si provano quando la speranza rientra nella nostra ottica di vita? Molte volte veniamo sopraffatti da tutto il male che ci circonda, o dalla fretta, dall’inesorabile paura di non avere tempo. Quante volte non prestiamo attenzione alle nostre emozioni perché non abbiamo tempo? Quante volte ci dimentichiamo di leggere o guardare qualcosa che ci piace? Forse troppo spesso. E quante volte durante questa quarantena ci siamo abbattuti? Abbiamo lasciato che la pigrizia prendesse il comando del nostro corpo, fino però ad un certo punto, è arrivato un momento, sicuramente nella via di tutti noi, chi prima e chi dopo dove forse abbiamo imparato un po’ a riscoprirci. L’emozione a cui io ho dato più peso è stata proprio la speranza, mi son sempre rifugiata in questo valore, la speranza per un futuro migliore, per una vita migliore, di potermi svegliare col sorriso, sempre nonostante tutto e tutti e finalmente dopo mesi difficili arriva una bella notizia: è nato il primo koala dopo gli incendi in Australia. Quando vidi al telegiornale le riprese dell’Australia che andava a fuoco qualcosa dentro di me si lacerò, ho una cara amica in questo paese e la paura si prese davvero gioco di me. I giorni passavano e nonostante sapessi che lei fortunatamente stava bene, l’angoscia in me saliva. Raggiunse il culmine quando vidi il video di una signora, un’eroina così la chiamerei che ha deciso di combattere le fiamme per cercare di salvare un koala, le sue urla di dolore sono ancora impresse nella mia mente, era una ferita aperta quella dell’Australia come quella nel mio cuore. Gli incendi devastarono paesi bellissimi, la flora e la fauna si abbandonavano al dolore. Si dice che dalle ceneri però si possa rinascere più forti, basta volerlo ed è questo il bello della vita, lei combatte sempre e come una fenice si rialza e spicca il volo. Il volo che oggi vi voglio raccontare parte dall’Australian Reptile Park dove è nato il primo koala, la piccola Ash e la sua mamma stanno bene!

Ed è proprio vero che l’arrivo di un piccolo animale riporta sempre pace e serenità e forse in questo periodo è proprio quello di cui abbiamo bisogno, dopo tutte le perdite dovute alla pandemia, alle guerre, agli attacchi razzisti che si sono susseguiti in questi giorni forse un minuto di spensieratezza per celebrare la vita può solo farci bene.

La vita a volte può essere difficile, persino crudele ma una delle caratteristiche più belle del nostro mondo è che ci ha insegnato a rialzarci, sempre e così ha fatto Ash ridando finalmente una speranza di vita alla sua specie. Purtroppo però sono stati molti i koala morti a causa degli incendi e il rischio che possano estinguersi entro trent’anni è ancora elevato, bisogno focalizzarsi però sui lati positivi ovvero la nascita di un nuovo e forte esemplare che potrà essere l’inizio per una nuova generazione di splendidi arrampicatori di alberi. 

Il nome Ash significa cenere ed è un omaggio alle migliaia di animali che purtroppo hanno perso la vita negli incendi dei mesi precedenti, il cucciolo è nato a gennaio ma noi possiamo vederlo solo ora perché i primi mesi li passano rimanendo nel marsupio della mamma.

 

Vorrei solo per un attimo ricordare le 33 persone, tra cui i quattro vigili del fuoco che hanno perso la vita a causa egli incendi, gli 11 milioni di ettari tra boschi, foreste e parchi del  paese persi tra le fiamme e la stima di 1,25 miliardi di animali che ci hanno lasciato. Il 2020 è forse uno degli ultimi anni con maggiori tragedie ed è però proprio in questo momento che non ci dobbiamo abbattere, dobbiamo essere forti ed aiutare ogni singolo essere vivente sul nostro pianeta: foresta, animale o uomo che sia.

Dobbiamo combattere per la vita e non farci la guerra.

 

Chiara Ferretti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: