Tutto fa Brodo: un’esperienza da assaporare!

 

Si è tenuta sabato 12 Ottobre presso il “Teatro delle passioni” a Modena l’anteprima sperimentale dello spettacolo Tutto fa brodo, nato dalla collaborazione tra la compagnia belga Laika di Peter De Bie e Jo Roets, l’attore e regista Michiel Soete e gli allievi della Scuola di Teatro Iolanda Gazzerro di Ert.

E se lecitamente ci si domandasse “Perché mai trascorrere una serata a teatro?” la risposta in questo caso non potrebbe che risiedere nel talento di diciannove giovani attori, nonchè nell’acume degli autori di un copione scritto a più mani. I performers stessi, infatti, hanno partecipato alla stesura di questo racconto teatrale, speziando un classico della letteratura come il Don Chisciotte di Cervantes con aneddoti raccolti da eventi di attualità ed addirittura personali esperienze di vita.

Prende così forma uno spettacolo dalla trama brillante e a tratti provocatoria, un melting pot calibrato in maniera magistrale; una performance eseguita a regola d’arte regala al pubblico un’esperienza sensoriale senza eguali.

Gli attori rompono la quarta parete coinvolgendo il pubblico: i sensi dello spettatore sono messi all’erta, le menti condotte in un universo dove realtà e fantasia militano sulla stessa fune sospesa. Spicca tra i performanti un’invidiabile consapevolezza delle potenzialità del proprio corpo, il palcoscenico sembra casa loro, superfluo qualsiasi tipo di supporto audio: ci sono corpi, ci sono strumenti e la capacità perfetta di usarli. La scenografia manca, ma non se ne percepisce l’assenza: la scena è degli attori, e poi, inaspettatamente… anche del pubblico.

Scelta unica e fuori dalle righe quella di donare allo spettatore la possibilità di introdursi in punta di piedi proprio all’interno della pièce: i teatranti conducono infatti il pubblico a tavola per gustare un lauto banchetto dai sapori insoliti… proprio sul palco!

La bravura, il pathos e l’interpretazione dei performanti comunicano un messaggio vivido e attuale: siamo tutti il Don Chisciotte della nostra favola e la vita ci chiama ogni giorno ad impugnare il suo guanto argentato per affrontare una foresta di insidie, scontrarci con ingiustizie, cercare un amore e soffrire senza sconti per raggiungerlo… e così calcando la scena come moderni Don Chisciotte, attingendo da un coraggio nostro, convinceremo il mondo che nel limite che noi stessi ci imponiamo c’è la chiave per il suo superamento.

Tutto fa brodo è un’esperienza da assaporare, in tutti i sensi e con tutti i sensi: chissà infatti che, a viaggio concluso, non se ne riesca a bere una buona tazza!

 

Per Lo strillone universitario

Rossana Cea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: